Olil essenziali e rimedi naturali








Proprietà

Oli essenziali e aromaterapia

Quando si parla di oli essenziali viene subito in mente la parola aromaterapia, perchè questo è probabilmente il maggiore utilizzo che di queste sostanze viene fatto. Aromaterapia, letteralmente significa "cura con profumazioni". Queste profumazioni sono appunto rappresentate dagli oli essenziali.
Sebbene gli oli essenziali fossero già noti agli antichi, già antichi cinesi ne conoscevano le proprietà, il primo pioniere moderno viene considerato il chimico francese, Renè Maurice Gattefossé, il quale per puro caso, aveva scoperto il potere curativo dell' olio essenziale di Lavanda. A lui si deve il termine aromaterapia.
Il più grande studioso di oli essenziali, viene considerato però il francese Jean Valnet, al quale si devono le maggiori pubblicazioni in questo campo come quello che viene considerato la bibbia delle essenze: Aromathérapie.

Cosa sono gli oli essenziali
Pur essendo chiamati oli la loro struttura e consistenza è ben diversa dai normali oli ai quali siamo abituati. Gli oli essenziali sono sostanze liquide di composizione assai complessa che rappresentano la parte più regale della pianta, sono presenti naturalmente nelle cellule delle piante, nei fiori, nelle foglie e nelle giovani gemme, e contribuiscono fortemente alla profumazione della pianta stessa.

Come gli oli essenziali si estraggono dalle piante
Innanzitutto và subito spiegato che, affinché l'aromaterapia abbia successo, gli oli essenziali devono essere rigorosamente naturali, cioé non ricostituiti. Infatti come dimostrato in svariati esperimenti, il nostro cervello é in grado di riconoscere le sostanze naturali da quelle artificiali. Questa premessa è d'obbligo, perchè é noto che spesso gli oli essenziali vengono venduti come tali, quando in realtà in certi casi, si tratta soltanto sostanze che vengono da estrazioni con metodi moderni, i quali utilizzano solventi o altri oli. Questa tecnica di estrazione viene detta enfleurage.
La tecnica di estrazione più utilizzata è la distillazione per corrente di vapore. Questa tecnica risale agli anni 1000, ed é stata sviluppata dal medico arabo Avicenna.




Con la distillazione in corrente di vapore é possibile separare le sostanze presenti in una miscela sfruttando la differenza del punto di bollizione di ogni sostanza. Per la distillazione in corrente di vapore si utilizza un distillatore che consiste in uno strumento dove sono presenti più contenitori stagni un generatore di vapore e una serpentina di raffreddamento. Nella prima camera stagna viene inserita la pianta per l'estrazione, questa viene inondata dal vapore il quale convoglia una miscela di vapori contenente gli idrolati, liquidi che contengono i principi attivi della pianta, nella serpentina dove il vapore viene raffreddato e il tutto torna nuovamente a liquido, liquido che però è separato nelle sue componenti.
A seconda delle piante utilizzate si avranno rese diverse in termini percentuali. Ad esempio la melissa ha una resa bassissima, 0,02% .c.a, quindi un costo altissimo, mentre la melaleuca ha una resa più alta, 1-2% c.a, e un costo assai minore. Inoltre, a seconda che l'estrazione avvenga su pianta fresca o pianta secca si ottengono diverse quantità e diverse caratteristiche dell'olio essenziale.
Esiste infine un'altra tecnica che viene utilizzata per estrarre l'essenza dagli agrumi, la spremitura, un meccanismo di estrazione di tipo fisico che non altera l'originale composizione dell'estratto. Viene utilizzato sulla scorza o sul frutto.

A cosa servono gli oli essenziali e come si utilizzano?
Gli oli essenziali sono utili per tutta una serie di problematiche e di disfunzioni agendo sostanzialmente in tre modi:

farmacologicamente
psicologicamente
fisiologicamente
Farmacologicamente, grazie all'aiuto dei suoi principi attivi.
Psicologicamente, agendo direttamente sulla psiche, in particolare sulle emozioni che queste profumazioni trasmettono. Questo tipo di pratica si chiama aromaterapia.
Fisiologicamente, esercitando proprietà in grado di stimolare o riequilibrare lo stesso organismo.

Gli oli vengono inalati e asssorbiti dal nostro organismo il quale, a seconda del metodo utilizzato o del tipo di essenza ha una reazione di diversa entità. Gli oli possono essere utilizzati per massaggi; vengono mescolati con altri oli delicati, ad esempio l'olio di jojoba o l'olio di mandorle. Oppure possono essere utilizzati per inalazioni o nei diffusori di ambiente. In alcuni casi possono essere utilizzati anche per via orale, ma questo deve essere fatto sempre dopo un consulto medico e, in ogni caso, con molta attenzione .












Elenco oli essenziali

Achillea
Alloro
Anice
Arancio
Bergamotto
Camomilla matricaria
Cannella
Citronella
Cedro
Cipresso
Eucalipto
Ginepro
Lavanda
Limone
Melaleuca
Niaouli
Pino silvestre
Rosmarino
Ylang ylang


Altri articoli

Diffusori e bruciatori
A cosa servono gli oli essenziali
Oli essenziali e acne
Oli essenziali e ansia


 Zenobia | Copyright ® 2011 - 2016